20 aprile 2018

Recensione 'La Rosa del Califfo' (The Wrath and The Dawn #2) - Renée Ahdieh

Buongiorno,
oggi parliamo di nuovo di un bel libricino molto atteso che come al solito avrei dovuto leggere secoli fa. Naturalmente sto parlando del secondo libro della serie The Wrath and the Dawn, un moderno retelling con pizzichi di magia de Le mille e una notte.
Detto ciò iniziamo subito a discutere del libro, ma prima una piccola curiosità bonus: lo sapevate che la nostra Renée è amicissima di Sabaa Tahir (la scrittrice de "Il dominio del fuoco")? Cioè queste amicizie tra grandi autrici non sono fenomenali? Secondo me eccome!

Trama


Shahrzad è stata la moglie del califfo del Khorasan. Era giunta nella sua dimora con lo scopo di vendicare la morte di altre fanciulle andate in sposa a lui. Poi il suo piano è saltato, Khalid non è infatti il mostro che tutti credono. È un uomo tormentato dai sensi di colpa, vittima di una potente maledizione. Ora che è tornata dalla sua famiglia, Shahrzad dovrebbe essere felice, ma quando scopre che Tariq, suo amore d’infanzia, è alla guida di un esercito e sta per muovere guerra al califfo, la ragazza capisce che deve intervenire se vuol salvare ciò che ama. Per tentare di evitare una sciagura, spezzare quella maledizione, ricongiungersi a un uomo di cui ora scopre di essersi innamorata, Shahrzad farà appello ai suoi poteri magici, a lungo rimasti sopiti dentro di lei…




La serie è composta da...
0.2. The Moth and the Flame (inedito in Italia)
0.5. The Crown and the Arrow (inedito in Italia)
01. La moglie del califfo (recensione)
01.5. The Mirror and the Maze (inedito in Italia)
02. La rosa del califfo

Inter(re)view*:

Buonasera, Renée, è un piacere vederla. Come sta?

Renée: Esitante. Non so davvero come comportarmi, visto che l'ultima volta che hai recensito un mio libro hai letteralmente demolito la mia protagonista. Quindi non so, attendo. E dammi pure del tu, ovviamente.

Bene, sarai felicissima di sapere che ci sono dei miglioramenti colossali *^*. E ti dirò, questo libro mi è piaciuto più del primo, cosa insolita.

Renée: A-ye, allora c'è da festeggiare, ho portato un po' di sabbia del deserto per rimanere in tema! *tira fuori un pugno di sabbia dalla tasca, che inevitabilmente si sparge nell'aria*

Oddio, va bene rimanere in tema, ma così si esagera ti sembra?

Renée: Nah, vuoi anche un velo desertico originale? Guarda che mussola fine, guarda che colori... *tira fuori un set di veli di varie dimensioni, colori, forme*

Ehm... Be', grazie, questo viola effettivamente è molto bello... Va be', dunque parliamo un po' di questo libro? Naturalmente riparte da dove avevamo lasciato la situa dopo la fine del primo: Shahrzad lontana da Khalid che è sotto l'effetto di una maledizione (non mi chiedete i dettagli di questo, perchè non me lo ricordo neanche io ahimè) per la quale deve uccidere una nuova moglie ogni notte o qualcosa del genere. Insomma, Shahrzad è andata come sua nuova moglie, inspiegabilmente non è stata uccisa, ha cominciato a raccontagli una storia come ne 'Le mille e una notte', poi la maledizione è stata scoperta e lei se n'è andata presumo per non morire, mentre la causa della maledizione si scopre essere un incantesimo evocato dal padre della giovane califfa mentre nel regno imperversano guerra, morte e distruzione. Gioie uniche insomma.


15 aprile 2018

Recensione 'Olga di Carta - Il viaggio straordinario' (Olga di Carta #1) - Elisabetta Gnone

Buongiorno cari ragazzi,
sono felicissima di recensire, finalmente, un libro di un'autrice tutta italiana e tra l'altro una delle mie autrici per ragazzi preferite *^*.
Da grande fan della serie Fairy Oak infatti, non posso che andare in un brodo di giuggiole nel poter leggere qualcos'altro della Gnone dopo un bel po' di tempo.

Quindi direi di cominciare ora che non sto più nella pelle!

Trama



Questa è una storia vera.
E' la storia di quando l'orso ammaestrato del signor Giubàt, alla fine, mi ha tagliata in due e l'Omino a molla mi ha riattaccata con lo scotch.
Lui ha sempre con sè un rotolino di scotch, perchè ogni tanto gli capita di staccarsi dal fondo della scatola e cadere fuori.
La donna volante voleva prestarmi uno dei suoi cerotti, ma io dico che quando ti tagliano in due ci vuole qualcosa di forte per tenerti insieme.

Olga Papel è una ragazzina esile come un ramoscello e ha una dote speciale: sa raccontare incredibili storie, che dice d’aver vissuto personalmente e in cui può capitare che un tasso sappia parlare, un coniglio faccia il barcaiolo e un orso voglia essere sarto. Vero? Falso? La saggia Tomeo, barbiera del villaggio, sostiene che Olga crei le sue storie intorno ai fantasmi dell’infanzia, intrappolandoli in mondi chiusi perché non facciano più paura. Per questo i racconti di Olga hanno tanto successo: perché sconfiggono mostri che in realtà spaventano tutti, piccoli e grandi. Un giorno, per consolare il suo amico Bruco, dal carattere fragile, Olga decide di raccontargli la storia della bambina di carta che partì dal suo villaggio per andare a chiedere alla maga Ausolia di trasformarla in una bambina normale, di carne e ossa. Il viaggio fu lungo e avventuroso: Olga s’imbatté in un venditore di tracce, prese un passaggio da un ragazzo che viveva a bordo di una mongolfiera e da un altro che attraversava il mare a remi. Più volte rischiò la vita, si perse, ma fu trovata da un circo. E quando infine trovò la maga, solo allora la bambina di carta comprese quante cose fosse riuscita a fare…

La serie è composta da...
01. Olga di Carta - Il viaggio straordinario
02. Olga di Carta - Jum Fatto di Buio 

Inter(re)view*:
Buongiornissimo signora Gnone! Come sta?

Elisabetta (fa troppo strano scrivere un nome italiano; nda): Tutto bene, chiamami pure Elisabetta o Eli, come preferisci, d'altronde se non mi danno del tu bambini e ragazzi chi può farlo?

Effettivamente nessuno! Allora, Eli, vedo che dopo tanti anni riesci comunque a scrivere delle storie meravigliose per bambini e non solo e ciò mi rende molto felice c:

Elisabetta: Benissimo, ti ringrazio, allora di che parliamo?

Be', direi di partire da qualche informazione generale su Olga di Carta.

11 aprile 2018

Recensione 'Tinder' - Sally Gardner, David Roberts

Buongiornissimo,
so che è tanto che non ci sentiamo, tutti tranquilli, niente di nuovo sotto il sole *faccina angelica* c: .
Oggi parliamo di un libro molto molto particolare, che agli appassionati di fumetti/graphic novel non sarà di certo sfuggito. D'altronde, cosa c'è di più bello di una graphic novel o di un libro ibridi e mischiati tra di loro *^*?

Procediamo dunque! 

NB: Essendo questo un libro un po' particolare questa sarà una recensione "tradizionale", niente intervista come mio solito dunque c:

Trama


Ferito in battaglia, il giovane Otto volta le spalle alla Morte e viene soccorso da un misterioso indovino che gli regala sei dadi magici e gli predice l’incontro con l’amore della sua vita. Grazie a un misterioso e potente acciarino, quelle parole sembrano avverarsi, ma ogni desiderio ha un prezzo… Ispirato a L’acciarino magico di Hans Christian Andersen, Tinder non è solo una fiaba dark per Giovani adulti, ma anche una metafora inquietante sui segni che la guerra lascia a chi ha avuto la sfortuna di prendervi parte in prima linea.








Recensione:
Eccoci qua a parlare di questo ibrido. Definiamo subito cosa si intende con "ibrido": allora, in sostanza questo è un libro illustrato, quindi non un fumetto perché le parti testuali sono consistenti, ma nemmeno una graphic novel per lo stesso motivo. E' quindi a tutti gli effetti un libro, ma - appunto - illustrato. E che illustrazioni, ragazzi! Ma di queste parleremo brevemente dopo...



Allora, di cosa parla questa storia? Prima di tutto è un retelling della famosissima fiaba "L'acciarino Magico" di Andersen, quindi già mani in alto per i retelling - sapete che io li a-do-ro. Quindi il nostro protagonista Otto, sopravvivendo alla terribile guerra dei Trent'anni e ricevendo dei misteriosi dadi magici da un Uomo-Bestia, si imbarca in un'avventura attraverso misteriosi reami, presenze malefiche e creature malvagie per riuscire a ricongiungersi con il suo amore. La classica storia da fiaba, apparentemente carina, anche se in questo caso "carina" non è un aggettivo adatto...

3 aprile 2018

TBR: Arile 2018

Buongiornoooo,
siamo arrivati anche ad aprile in un battibaleno, a-ye! Che dire, mese nuovo, TBR nuovo c:
Andiamoooo!


- USCITE NOSTRANE -

01. L'amica perduta e ritrovata - Julie Buntin

L’AMICA PERDUTA E RITROVATA (TITOLO ORIGINALE MARLENA) È STATO NOMINATO COME MIGLIOR ROMANZO DEL 2017 DA NPR, THE WASHINGTON POST, PUBLISHERS WEEKLY, KIRKUS REVIEWS, BUZZFEED, HUFFINGTON POST, VOGUE, NYLON, IBOOKS, BROOKLYN PUBLIC LIBRARY, ED ESQUIRE.

JULIE BUNTIN È STATA DEFINITA DALLA CRITICA "LA FERRANTE AMERICANA” (IN VERSIONE MILLENNIAL).

DATA DI USCITA: 3 aprile
















02. La duchessa - Danielle Steel

Dalla prolifica Danielle Steel il nuovo romanzo La duchessa ci porta nell'Inghilterra del XIX secolo. Angélique, orfana di madre, cresce in una famiglia aristocratica. Quando, a diciotto anni, il padre muore, i suoi fratelli la estromettono e le sottraggono ogni cosa che le spetta di diritto. Con in mano solo una busta di soldi datale in segreto dal padre, va a Parigi e, dopo un incontro fortuito, decide di aprire un'elegante casa di piacere. Vivendo sull'orlo dello scandalo, riuscirà a riguadagnare il suo posto nel mondo? 

DATA DI USCITA: 17 aprile
















03. 14 modi per innamorarsi - N. Yoon, Jennifer L. Armentrout & Altri


14 AUTRICI BESTSELLER PER UNA SPECIALE CELEBRAZIONE DEL “PRIMO INCONTRO” E DELL'AMORE.

14 ROMANTICI RACCONTI FIRMATI DALLE PIÙ FAMOSE E AMATE SCRITTRICI YOUNG ADULT DEL MOMENTO: DA NICOLA YOON, AUTRICE BESTSELLER DI NOI SIAMO TUTTO, A JENNIFER ARMENTROUT E TANTE ALTRE.

DATA DI USCITA: 3 aprile















04. Il grande fuoco - Krysten Ritter

«L’ATTRICE KRYSTEN RITTER, FAMOSA PER IL SUO RUOLO IN BREAKING BAD E JESSICA JONES, FA IL SUO ESORDIO TRIONFALE NEL MONDO DELLA LETTERATURA, CON UN THRILLER TESISSIMO E UNA PROTAGONISTA INDIMENTICABILE» PUBLISHER WEEKLY 

RITTER LASCIA I PANNI DI JESSICA JONES PER RACCONTARE I POTERI DI TUTTI I GIORNI: DEI RICCHI SUI POVERI, DEI PADRI SUI FIGLI, DEI BULLI SULLE LORO VITTIME.

DATA DI USCITA: 3 aprile