11 gennaio 2019

Recensione: 'Cordialmente Perfido' (Truly Devious #1) - Maureen Johnson

Buondì, 
come andiamo? Eccoci qui, prima volta alle prese con un libro scritto esclusivamente da Maureen Johnson. L'abbiamo già incontrata in qualche libro di Cassandra Clare a cui ha collaborato, ma da sola, be', è la prima volta! Per di più è un libro che, be', è uscito da pochissimo, quindi yuppi!

Dunque via alla recensione!

Trama


In mezzo alle montagne del Vermont, avvolta nella nebbia e isolata da tutto, sorge la Ellingham Academy, una rinomata scuola superiore per studenti particolarmente dotati. Il suo fondatore, Albert Ellingham, aveva voluto renderla un luogo magico e misterioso, pieno di enigmi, sentieri tortuosi e giardini. "Un posto" disse, "dove imparare sia un gioco". Ma poco dopo l'apertura della scuola, nel 1936, sua moglie e sua figlia furono rapite e Dottie Epstein, la studentessa più brillante del corso, scomparve nel nulla. L'unico indizio trovato era un indovinello beffardo che elencava una serie di modi per uccidere, firmato "Cordialmente, Perfido". Il caso non fu mai risolto. Ottant'anni dopo Stevie Bell, aspirante criminologa, si presenta alla Ellingham Academy con un piano ambizioso: risolvere quel mistero. Cioè, lo farà non appena si sarà ambientata e avrà conosciuto meglio i suoi coinquilini: Ellie, l'artista appassionata di meccanica; Nate, scrittore in erba che ha già pubblicato un fantasy ma non riesce a trovare ispirazione per il secondo libro; Hayes, star di YoyTube, che è diventato famoso con una serie sugli zombie; e David, misterioso nerd sul cui conto Stevie non riesce a trovare nulla online o sui social. Poi iniziano ad accadere strane cose, e tutto a un tratto ricompare a sorpresa il misterioso Cordialmente Perfido... E quando la morte visita di nuovo la Ellingham Academy, Stevie non ha dubbi: il passato è strisciato fuori dalla tomba. L'assassino è ancora in circolazione, ma questa volta non la passerà liscia. Perché lei continuerà a cercarlo. L'enigma del passato si fonde con il mistero del presente dando vita a un'indagine mozzafiato che impegnerà Stevie Bell anche nei prossimi volumi della serie.

La serie è composta da...
01. Cordialmente, Perfido
02. The Vanishing Stair (inedito, arriverà nel 2019 negli USA)
03. Ancora Senza Titolo (arriverà nel 2020)

Copertina Originale identica, quindi...

Recensione
Buondì, allora, finalmente un giallo! Incredibile, ma vero, finalmente si cambia un po' genere!
Ebbene si, un giallo, a-yee!

Sostanzialmente ci troviamo in una scuola esclusiva - la Ellingham Academy - (si, c'è sempre la scuola esclusiva di mezzo) per studenti straordinariamente dotati, fondata da un visionario, Albert Ellingham negli anni '30. La scuola ha però un oscuro passato: la moglie e la figlia di Ellingham sono state rapite nel 1936, la prima è stata ritrovata morta e la seconda è scomparsa nel nulla nonostante Albert abbia pagato il riscatto richiesto dai rapinatori. 
Un mistero per cui è stato arrestato un povero anarchico che ha confessato pur non essendo stato lui, dichiarando così il caso risolto. Piccolo particolare: una giovane studentessa, Dorothy, è morta la stessa sera del rapimento, uccisa da un killer che si fa chiamare Cordialmente, Perfido ed è presumibilmente il rapitore della moglie e della figlia di Albert. Lo stesso Cordialmente, Perfido ha mandato qualche giorno prima del rapimento una filastrocca in rima creata con ritagli di giornale per Albert in cui sostanzialmente narrava di tutti i vari modi possibili per ucciderlo.

Un bel mistero, no?

7 gennaio 2019

Liber Horribilis #6: Di sex-trash e brutture grammaticali

Liber Horribilis è una rubrica a cadenza casuale in cui si recensiscono in modo molto ironico, delirante e molto trash libri altrettanto trash e considerati comunemente brutti o che semplicemente non mi sono piaciuti e che non meritano una recensione normale lol.

Salve a tutti. 

Allora.

Doverosissime premesse prima di introdurre questo nuovo capitolo di Liber Horribilis.

1. Non ho assolutamente nulla contro questa serie (che è ormai arrivata al quinto volume), anzi, ne sono una discreta fan, ma è discesa nel trash e dunque si è guadagnata di diritto un posto in questa rubrica.

2. So bene che è di livello decisamente superiore ad altri libri che albergano in questa stessa rubrica, ma penso ugualmente che ci sia abbastanza materiale trash per Liber Horribilis, dunque eccoci qui.

Quindi senza ulteriore indugio oggi parliamo di Paper Palace, terzo capitolo e finale della prima trilogia della serie The Royals del duo di scrittrici sotto lo pseudonimo di Erin Watt.

Nel caso fosse uno dei vostri libri preferiti e una delle vostre serie del cuore, mi dispiace moltissimo, ma il mondo è bello perchè è vario e non proseguite nella lettura di questo post!

Ultimissimo DISCLAIMER (e poi si parte): Vorrei sottolineare che io non ho ASSOLUTAMENTE NULLA CONTRO ERIN WATT, ma che mi limito a giudicare (e si, a criticare) il libro che in quanto prodotto sul mercato può e deve essere soggetto a recensione del pubblico

Trama

Ella è arrivata a Bayview ormai da qualche mese, ma il tempo è volato. Capita, quando sei impegnata a combattere bulli e a innamorarti. Le ostilità dell'inizio sono soltanto un ricordo. Ma, proprio ora che tutto sembra andare per il verso giusto, e lei e Reed si sono appena ritrovati, il destino è pronto a separarli di nuovo. E questa volta, forse, per sempre. Il futuro di Reed corre infatti sul filo del rasoio: il suo carattere impulsivo e irascibile potrebbe avergli giocato un brutto tiro. Si è spinto davvero troppo oltre? Ella è pronta a tutto per difendere le persone che ama, proteggere Reed e stare con i Royal. Ma questa volta sarà troppo persino per lei?

La serie è composta da...
01. Paper Princess (recensione)
02. Paper Prince (recensione)
03. Paper Palace
03.5. Tarnished Crown (inedito in Italia)
04. Paper Heir
05. Paper Kingdom




Copertina Originale:


(Carine entrambe, forse quella Americana è più fine... Il che non c'entra molto con il libri che ci apprestiamo a leggere lol).


Recensione Delirante
Vi mentirei se dicessi che Paper Palace è una storiella che trabocca trash e pertanto si legge in un pomeriggio, perchè ovviamente questo è un romanzo a tutti gli effetti, quindi ha le sue 300 pagine e passa.
Dunque si, mi ci sono voluti 3,5 giorni per finirlo e ancora non mi capacito della quantità di cavolate che ho letto affrontando queste pagine.

Ma ciancio alle bande (NB: questa recensione contiene spoiler dei libri precedenti a Paper Palace e spoilera la trama dell'intero libro, quindi se pianificate di leggerlo, non proseguite nella lettura di questo post!): ritroviamo i nostri eroi esattamente dove li avevamo lasciati alla fine del secondo libro. Reed (vi sottolineo i personaggi salienti altrimenti non ci raccapezziamo più) è accusato dell'omicidio dell'ex-ragazza di suo padre, Brooke, con la quale il nostro bad-boy aveva avuto una relazione (nata per dispetto, poi conclusa). E' accusato perchè la sera in cui Brooke è stata trovata cadavere, lui è andato da lei non si sa a fare cosa e le telecamere di sorveglianza l'hanno visto entrare e uscire dalla sua villa. Oltretutto Brooke era incinta di un figlio che non si sa bene di chi sia, se di Callum o Reed. Ella e la Bella Combriccola dei Royals Restanti (BCRR, per capirci, anche perché a parte Reed si muovono tutti in branco come scimmie) sono quindi distrutti da questa spada di Damocle che pende sulla tranquillità e serenità della loro famiglia. 
Come se non bastasse, per chiudere il secondo libro in bellezza, è riapparso dopo mesi di misteriosa assenza e presunta morte, Steve, il padre biologico di Ella, del tutto ignaro naturalmente di avere una figlia e, notate bene, legittimo proprietario del palazzo dove viveva con la moglie Dinah e dove si era stabilita Brooke in attesa di sposare Callum. Ovviamente Brooke è morta lì dentro.

Okay, fin qui ci siete? Benissimo. Entriamo nel vivo (perchè fino ad ora non è successo nulla, eheh)!

Il libro inizia subito in medias res, con il nostro bestione alfa Reed alle prese con un interrogatorio (il proprio). Ovviamente il poliziotto dubita fortemente che lui non c'entri niente con la morte di Brooke, "la ragazza biondo platino e succhiasoldi di mio padre" cit. Reed, ma delle riprese in cui lui entra ed esce dall'appartamento di Brooke la sera della sua morte lo inchiodano.

Comunque il nostro eroe è un uomo di mondo, perchè, dopo aver visto CSI per intero, qualche puntata di Law and Order e un bel po' di film polizieschi, sa perfettamente che è meglio se tace e aspetta il suo avvocato, Grier, il quale - per fortuna - non tarda ad arrivare salvandoci dalla coglionaggine di Reed che cerca pure di fare il figo con i poliziotti.

Grier, memorizzate, è l'avvocato di Reed e della famiglia Royal in generale e devo dire che l'abilità da avvocato sta a Grier come i cavolfiori stanno a colazione. Un incapace, antipaticissimo, sotto-specie di avvocato, ma forse anche l'unica persona con un po' di sale in zucca dell'intero libro.

Nel mentre a casa Royal, Ella informa tutti a) dell'arresto di Reed e della gravidanza misteriosa di Brooke (per il quale ancora nessuno ha chiesto un test di paternità, cioè sveglia?!) e b) dell'arrivo di Steve, che naturalmente ignora chi sia Ella (al momento). Nel capitolo successivo, Reed torna a casa dalla centrale di polizia, abbracci  e sbaciucchiamenti, e finalmente a Steve è rivelata l'identità di Ella.

Per altro, la donzella non perde l'occasione di ribadire come lei rimanga a casa dei Royal per puro amore della famiglia, mica perché è una pirletta avida...


"Rimarrei anche se non avessi l'incentivo in denaro."
Due righe dopo.
"Non ho mai chiesto a Callum di non pagarmi più. Ora sono infinitamente grata per quell'incentivo." Complimenti, girl! *applausi*

3 gennaio 2019

TBR: Gennaio 2019


Hellou hellou hellou,
nuovo mese (e anche nuovo anno) e nuova TBR come sempre!

Quali saranno i primi libri che acquisterete in questo freddo Gennaio 2019? 


- USCITE ITALIANE -

01. Gli Scomparsi di Chiardiluna - Christelle Dabos

 Secondo volume della saga dell'Attraversaspecchi (dopo il primo, "Fidanzati dell'inverno"). Sulla gelida arca del Polo, dove Ofelia è stata sbattuta dalle Decane perché sposi suo malgrado il nobile Thorn, il caldo è soffocante. Ma è soltanto una delle illusioni provocate dalla casta dominante dell'arca, i Miraggi, in grado di produrre giungle sospese in aria, mari sconfinati all'interno di palazzi e vestiti di farfalle svolazzanti. A Città-cielo, capitale del Polo, Ofelia viene presentata al sire Faruk, il gigantesco spirito di famiglia bianco come la neve e completamente privo di memoria, che spera nelle doti di lettrice di Ofelia per svelare i misteri contenuti nel Libro, un documento enigmatico che nei secoli ha causato la pazzia o la morte degli incauti che si sono cimentati a decifrarlo. Per Ofelia è l'inizio di una serie di avventure e disavventure in cui, con il solo aiuto di una guardia del corpo invisibile, dovrà difendersi dagli attacchi a tradimento dei decaduti e dalle trappole mortali dei Miraggi. È la prima a stupirsi quando si rende conto che sta rischiando la pelle e investendo tutte le sue energie nell'indagine solo per amore di Thorn, l'uomo che credeva di odiare più di chiunque al mondo. Sennonché Thorn è scomparso...


DATA DI USCITA: 9 gennaio






02. La forchetta, la strega e il drago - Christopher Paolini

È passato un anno da quando eragon ha lasciato alagaësia in cerca del luogo perfetto in cui addestrare una nuova generazione di cavalieri dei draghi. è alle prese con una lista lunghissima di compiti e doveri: costruire una fortezza a misura di drago, discutere con i fornitori, vegliare le uova dei futuri draghi e tenere a bada i belligeranti urgali e gli altezzosi elfi. Poi una visione degli eldunarí, una visita inaspettata e un'appassionante leggenda degli urgali gli offrono la distrazione di cui ha tanto bisogno e gli mostrano le cose sotto un'altra prospettiva tre storie inedite ambientate ad alagaësia, un assaggio della nuova vita di eragon e un estratto dalle memorie di angela l'erborista – di cui è autrice angela paolini, che ha ispirato il personaggio della strega – per tornare a immergersi nell'affascinante e antico mondo del ciclo dell'eredità.

DATA DI USCITA: 22 gennaio












03. L'uomo che cammina - Jiro Taniguchi

In questa raccolta di racconti legati da un unico filo conduttore, assistiamo alle passeggiate di un tranquillo signore giapponese di mezza età, lo seguiamo passo passo per strette viuzze di quartiere, lungo viottoli di campagna, su ponti e per boschi, mentre porta a spasso il cane, fa una passeggiata, si reca ad acquistare un regalo o una fetta di dolce. Quasi i suoi sensi diventassero i nostri assaporiamo questi dettagli di vita giapponese, incredibilmente partecipi col protagonista.

DATA DI USCITA: 31 gennaio















2 gennaio 2019

Recensione 'Morning Star - La Guerra del Mietitore' (Red Rising #3) - Pierce Brown

Buongiornissimo a tutti,
oggi parliamo del libro con cui ho chiuso il 2018 e che per combinazione è anche l'ultimo libro della prima trilogia di Red Rising, la celeberrina serie di Pierce Brown.

Il primo libro, Red Rising appunto, era un po' così così, con il seguito Golden Son c'è stato un miglioramento seppur non colossale, come sarà la conclusione della serie? Renderà giustizia alla complessa storia costruita nel corso di questi anni?

Andiamo a scoprirlo!

Va da sè che questo libro contiene pesanti spoiler riguardo ai primi due volumi, se non li avete letti non proseguite!

Trama

 L'oscurità ha vinto. Prigioniero, torturato, ridotto a un fantasma divorato dalla follia, Darrow il Mietitore - l'intrepido Rosso che è riuscito a infiltrarsi tra i tirannici Oro per rovesciare il loro dominio sui vari colorì che abitano l'universo - è stato scoperto dalla Sovrana. Il crudele Sciacallo può ora braccare e schiacciare i ribelli, senza freni e senza pietà. Tutto sembra perduto. Eppure, chi come il Mietitore è cresciuto all'inferno può ancora trovare la forza di risorgere dalle tenebre e scoprire che la piccola fiaccola della rivolta è adesso diventata un incendio e molti altri sono pronti a sognare e combattere con lui. Dalle prigioni di Marte alle lande ghiacciate delle Valchirie, dai bassifondi orbitali di Phobos alle sabbie sulfuree di Io, fino al palazzo stesso della Sovrana - in cui il tradimento e la speranza si nascondono dove nessuno si aspetterebbe - seguiamo il Mietitore e i suoi amici in un'odissea imprevedibile, tra dittatori che si credono dèi e uomini comuni che sanno diventare eroi. Nel terzo capitolo della serie "Red Rising" Pierce Brown trascina il lettore in un viaggio impetuoso tra battaglie spaziali epiche, duelli all'ultimo sangue, risate e lacrime, amicizia e violenza, dove una canzone può cambiare il destino di mondi interi, l'amore di un singolo diventare il coraggio di molti.




(La copertina originale è uguale)

La serie è composta da... 
01. Red Rising - Il canto proibito (recensione)
02. Golden Son - Il segreto di Darrow (recensione)
03. Morning Star - La guerra del Mietitore 
04. Iron Gold - Il fuoco dei Conquistatori
05. Dark Age (inedito)
06. Ancora senza titolo

Esiste anche delle graphic novels che raccontano la nascita dei Figli di Ares.

Recensione
Allora, come abbiamo lasciato i nostri eroi alla fine di Golden Son? 
Un po' nei casini, effettivamente, perché il segreto di Darrow, la sua Scultura, è stato rivelato al mondo, mentre il nostro eroe - tradito da Roque - è stato catturato dallo Sciacallo e rinchiuso sulla Luna. Come se non bastasse, lo Sciacallo ha fatto giustiziare un fantoccio al posto di Darrow per fingere che il leader della Rivolta sia ormai morto e poterlo nel mentre tenere nelle proprie prigioni.
Solo, prigioniero e vittima di orribili torture per mesi, tutto sembra perduto, quando - naturalmente, altrimenti non ci sarebbe nessun terzo libro - Darrow (e Victra, sua vecchia compagna di avventure all'Istituto, sua alleata e prigioniera dello Sciacallo) vengono improvvisamente liberati dai Figli di Ares grazie alla collaborazione di alcuni nuovi personaggi (la soldatessa Holiday, per dirne uno). 
Dunque, come se Darrow fosse solo stato in villeggiatura qualche mese a Bora Bora, la Rivolta prosegue!


Il traditore Roque e lo Sciacallo.

In realtà ovviamente non è proprio così e insieme al sollievo di ritrovare tutti i suoi vecchi amici (quasi tutti, in realtà, perché all'appello manca qualcuno di veramente significativo, i.e. Mustang, per capirci), Darrow ha prima di tutto la questione di dover rivelare al mondo di essere sopravvissuto e poter così riprendere in mano la Rivolta, e poi naturalmente il bel problema di dover andare a cercare alleati qua e là per poter avere un esercito sufficientemente grande da poter fronteggiare la guerra imminente.

31 dicembre 2018

Propositi Letterari (e non) per il 2019

Ehi, partecipa al nostro Giveaway!



(So perfettamente che questo post in realtà riguarda - di nuovo - dei libri, però in realtà è più una lista di astratti propositi e non ci sono esclusivamente intenzioni letterarie, quindi peace out!)

Buonasera carissimi,
cosa c'è di più azzeccato di una lista di buoni propositi per l'anno che verrà, per salutare il 2018 che giunge al termine? 
Forse niente ed è la prima volta che faccio una lista di propositi pubblica per il blog, ma direi di provarci ugualmente e vediamo come va!

Dunque, ho deciso di volare basso dato che è la prima volta che faccio una lista di propositi e ne ho inseriti non troppi e non particolarmente difficili.
Nel caso in cui mi renda conto che gli standard sono troppo bassi o troppo alti... Be', pazienza! I propositi non si cambiano, quindi ci servirà da eventuale lezione per il 2020 (o per far totalmente naufragare questa iniziativa ahah).

Detto ciò, andiamo a scoprire cosa mi sono fissata come proposito per l'anno che verrà!

(Ovviamente colgo l'occasione per ringraziare tutti quelli che hanno supportato il blog in questo anno oltremodo complicato ^^)


Risultati immagini per 2019 resolutions

27 dicembre 2018

Recensione 'Questo Canto Selvaggio' (Monsters of Verity #1) - Victoria Schwab

Buongiorno, anzi, buonasera e hey hey buone feste!
Come state? Come avete passato queste feste? Mangiato tanto? Ricevuto tutti i regali che volevate? 

Oggi si torna a recensire mentre cerco di non esplodere per la quantità di cibo ingerita e torniamo a parlare della scrittrice-sorpresa di questo 2018: Victoria E. Schwab.
Non con il seguito di Magic (recensione), che leggerò prossimamente, ma con il primo libro della sua altra serie famosissima: Monsters of Verity!

Trama

Per anni Verity City è stata teatro di crimini e attentati, finché ogni episodio di violenza ha cominciato a generare mostri, creature d'ombra appartenenti a tre stirpi: i Corsai e i Malchai, avidi di carne e sangue umani, e i Sunai, più potenti, che come implacabili angeli vendicatori con il loro canto seducente catturano e divorano l'anima di chi si sia macchiato di gravi crimini. Ora la città è attraversata da un muro che separa due mondi inconciliabili e difende una fragile tregua: al Nord lo spietato Callum Harker offre ai ricchi protezione in cambio di denaro, mentre al Sud Henry Flynn, che ha perso la famiglia nella guerra civile, si è messo a capo di un corpo di volontari pronti a dare la vita pur di difendere i concittadini e ha accolto come figli tre Sunai. In caso di guerra la leva più efficace per trattare con Harker sarebbe la figlia. Così August, il più giovane Sunai, si iscrive in incognito alla stessa accademia di Kate per tenerla sotto controllo. Ma lei, irrequieta, implacabile e decisa a tutto pur di dimostrare al padre di essere sua degna erede, non è un'ingenua...







Copertina Originale:


(Quella americana è sempre la più bella, anche se bisogna specificare che quella italiana è solamente una seconda versione ed esiste anche negli States.)


La serie è composta da...
01. Questo canto selvaggio
02. Our Dark Duet (inedito in Italia)


Recensione:
Dunque dunque, da ora quando mi accingerò a leggere un libro della Schwab mi aspetterò sempre di rimanere a bocca aperta dalla complessità degli universi che questa scrittrice è capace di creare.
Insomma, ha un'abilità pazzesca e fuori dal comune.

Ma andiamo ovviamente con ordine!

In questa serie - scollegata da Shades of Magic - troviamo altri due protagonisti, un ragazzo e una ragazza, forti e preponderanti rispetto a ogni altro personaggio del libro: Kate e August. Occorre fare una premessa doverosa: l'universo di Kate e August è diviso a metà. Entrambi vivono in una città chiamata Verity, ma August viene da South City (zona sud della città obv), in cui governa Flynch, un sovrano giusto che tenta inutilmente di salvaguardare la sicurezza della sua città; mentre Kate è la figlia di Harker, tiranno indiscusso di North City, che fa pagare i propri cittadini in cambio di protezione. Protezione da cosa? Be', il bello sta proprio qui, Verity è infestata dai mostri: Corsai, Malchai e Sunai. Tre generi di mostri molto diversi tra di loro: Corsai e Malchai, creature d'ombra assetate di sangue, e Sunai, creature dall'aspetto umano, obbligati a nutrirsi delle anime di peccatori per non morire e con uno speciale legame con la musica. 
Piccolo dettaglio: August è un Sunai.
North City e South City sono in conflitto da sempre, separate da una tregua ogni giorno più fragile e l'incontro tra Kate e August, be', di sicuro riserverà qualche tensione e sorpresa...

Come avrete intuito, un universo che più complesso non si può. 
Parliamo brevemente dei nostri due eroi: Kate è una tosta, non c'è altro modo per descriverla. Un passato turbolento e una fiera determinazione a raggiungere i suoi obiettivi sono le sue caratteristiche principali. August invece è una creatura sensibile divisa tra il suo desiderio disperato di essere in tutto e per tutto un essere umano e la sua natura di mostro
Insomma, di nuovo due personaggi straordinariamente complessi e mi trovo a dover ammettere che sono - ancora una volta - incredibilmente ben descritti. Una menzione d'onore a loro, dunque, perché la loro diversità e gli intrighi politici e familiari di cui sono protagonisti costituiscono la straordinaria struttura portante del libro e uno dei suoi principali aspetti positivi.

21 dicembre 2018

Recensione (stroncatura): 'Paper Prince' (The Royals #2) - Erin Watt

- EHI, PARTECIPA AL NOSTRO GIVEAWAY CLICCANDO QUI! -




Buongiorno carissimi c:,
oggi sono carica a pallettoni per la recensione che andiamo a scrivere (e voi a leggere obv). Se il titolo del post non vi è sfuggito avrete sicuramente letto la parola "stroncatura" che segue recensione.

Ebbene si. Questa sarà una stroncatura, ma non tragica come alcune che avete già avuto il piacere (spero) di leggere su questo blog. Sarà una stroncatura sostanzialmente a come il libro è costruito, ma non vi spoilero altro!

Obv il parere sottostante è strettamente personale, non vi offendete.

Andiamo a cominciare!

Trama

Ella non sa dire se la sua vita fosse migliore o peggiore prima che Callum Royal la trovasse. Una cosa è certa: da allora per lei è cambiato tutto. È riuscita persino a vincere l'ostilità dei fratelli Royal, a conquistare il loro rispetto e il loro cuore - in particolare quello di Reed. Il più imperscrutabile dei cinque. Con Ella, Reed ha permesso a se stesso di lasciarsi andare alle emozioni. Ma il mondo del ragazzo crolla quando, dopo una discussione, Ella scompare. Con il cuore a pezzi e senza lasciare traccia. Reed è disposto a tutto pur di ritrovarla. Ma, se anche ci riuscisse, sarebbe in grado di riconquistarla?

La serie è composta da...
01. Paper Princess (recensione)
02. Paper Prince
03. Paper Palace
03.5. Tarnished Crown (inedito in Italia)
04. Paper Heir
05. Paper Kingdom




Copertina Originale:


(Più bella quella originale a mio parere lol.)

Recensione:
Dunque, da dove cominciare con una recensione così delicata? Io sostanzialmente la vorrei strutturare un po' diversamente, non come un'intervista, ma come una serie di punti fatti a domanda che ci aiutano sostanzialmente a riflettere su cosa in questo libro decisamente non va (e su cosa al contrario funziona).

Prima di tutto però un cappello introduttivo su dove eravamo rimasti: sostanzialmente avevamo lasciato Ella e i Royals felici e contenti, con Reed e la nostra protagonista coppia felice e impazienti di darsi alla passione e condividere tutto. Naturalmente la situazione precipita a pagina 2, quando, a causa di un malinteso evidente e assolutamente palese a tutti tranne che a Ella, la nostra girl scappa di casa gettando i Royals nella disperazione (non vi preoccupate, torna dopo 15 minuti). Contemporaneamente torna Brooke a rompere le balle ed emergono segreti e sotterfugi propri della famiglia e del prestigioso istituto Astor Park.

Quindi la prima lancia da spezzare a favore di questo libro (e badate che non ce ne saranno molte) è che la trama comunque attira il lettore e lo spinge a volerne leggere il seguito, cosa che io farò anche solo per sapere come va a finire la loro vicenda, quindi comunque missione compiuta per le autrici.

Per il resto cominciamo con la stroncatura vera e propria, con una serie di domande retoriche e un estratto a dimostrarle...

Parlando dello scimmie di turno, Reed.

... MA IL MASCHILISMO?

"Il calore del suo corpo mi penetra sotto i vestiti e il cuore mi batte all'impazzata mentre lui piazza i palmi sull'auto, intrappolandomi tra le sue braccia.
"Stai dicendo che non ti eccito più?" [...] "Ammettilo, ti manco!"
Stringo le labbra. [...]
"Ti manca il modo in cui ti bacio, il fatto che io mi infili nel tuo letto di notte, quello che senti quando poso la bocca proprio qui..." Mi preme le labbra contro il collo, rabbrividisco di nuovo e mi becco un'altra risata roca da parte sua.
"Si, sono certo che non provi proprio niente, giusto, piccola?"

Ora, a parte l'orrore di scrivere e leggere "piazza i palmi sull'auto", ma essenzialmente cosa mi stai comunicando, cara Erin? Che una donna non può coscientemente scegliere di stare lontano da un uomo, perché è una specie di pezzo di carne in balia degli ormoni? 
Che eccitazione sessuale = amore, dunque una donna attratta da un uomo non potrà MAI smettere di provare qualcosa per lui e non potrà MAI evitarlo, perché non può ribellarsi agli ormoni? 
...
Ma che messaggio degenerato mi stai convogliando? Scusa, ma è un grande no. E il libro è tutto così, questo era solo uno dei tanti estratti.


... MA LA BANALIZZAZIONE DELL'AMORE?

Contesto: Ella è scappata e tornata e si trova a fronteggiare Brooke, al centro del malinteso che ha originariamente causato la sua fuga.

"Brooke mi sorride complice. "Oh, povera patetica ragazza. Sei innamorata di lui." Stringo i denti. Si sbaglia. Non lo amo. No e poi no."

"No e poi no"... Sul serio? 
Come se si potesse semplicemente scegliere di smettere di amare una persona. 
Se Reed è lo scimmione animalesco totalmente privo di caratterizzazione, Ella è la cretinetta infantile e banale, classica protagonista di uno Y/A senza alcuna novità tranne l'essere vergine lol.
Frasi atroci e dallo spessore pari a zero sono molto ricorrenti nella prima parte del romanzo, durante i 30 minuti in cui Ella finge di voler dimenticare Reed (ma ovviamente potete immaginare come si finisca nel solito perdono e nella solita storiella d'amore inutile), quindi anche qua un "NO" (qui per davvero) su tutta la linea.