15 novembre 2019

#BookTag: Must Read Book Tag

Buonasera, amichetti!
Oggi torniamo con delle simpatiche domandine da book tag, yuppi! Il fatto che sia un post tappabuchi perchè sto leggendo pochissimo in questo periodo è ovviamente un dettaglio secondario e insignificante.  

Insomma, via alle domande!

Naturalmente non manco di creditare chi di dovere per avermi fatto scoprire il tag: un grazie a La Stamberga di Inchiostro!


Chiunque legga e abbia voglia di riproporre il tag sul proprio blog, prego! Siete tutti taggati!


01. IN CHE MODO SOLITAMENTE SCOPRI NUOVI LIBRI DA LEGGERE?

Be', needless to say, bookblogs. Insomma, tra bookbloggers ci si intende e ogni mese ogni blogger propone e viene deliziato con nuove travolgenti uscite. Direi che si, la mia fonte principale è il mondo di Blogger.

02. I PREMI LETTERARI INFLUENZANO LA TUA WISHLIST?

Categoricamente, assolutamente, inevitabilmente no. I premi letterari sono spesso molto controversi, molti non ne condividono l'assegnazione e io personalmente non mi faccio influenzare. Se voglio leggere un libro che non conosce nessuno lo leggo, per farla breve, e se non voglio leggere un pluripremiato, be', non lo leggo.

03. TI SENTI IN DOVERE DI LEGGERE LIBRI CONSIDERATI OPERE FONDAMENTALI DELLA LETTERATURA?

Purtroppo si. Arrivando da un passato scolastico linguistico (anche se ora studio tutt'altro), la letteratura europea e extraeuropea e i 'classici della letteratura' sono sempre stati molto presenti nella vita. Quindi si, ancora adesso - a anni di distanza dal liceo - se un libro è considerato un classico della letteratura io inevitabilmente penso che un motivo ci sia e dunque sono spinta a leggerlo. Naturalmente questi esperimenti non finiscono sempre bene, anzi, molti classici non fanno per me...

04. I LIBRI CHE DESIDERI LEGGERE SONO INFLUENZATI DAL PUNTEGGIO DI GOODREADS?

No, non uso granchè goodreads. Se un libro mi è particolarmente piaciuto, ma soprattutto se non mi è piaciuto per nulla, vado a controllare il punteggio che gli è stato assegnato dai lettori del mondo per farmi un'idea del parere degli altri. Ciò però non influenza nè le mie scelte in fatto di letture nè il mio parere finale. Aggiungiamo poi il fatto che il parere delle altre persone su goodreads è spesso largamente superiore al mio o in generale è troppo spesso ultrapositivo ahah.

11 novembre 2019

Recensione: 'Nevernight - Alba Oscura' (Nevernight #3) - Jay Kristoff

Buongiorno ragazzi.
Oggi.. Finalmente… Torniamo… A delle letture decentiiii SIIIIIII *-*!
Se non sapete il motivo della mia felicità dovete sapere che ultimamente non sono stata molto fortunata con le letture e in particolare sono rimasta delusissima da Leigh Bardugo, un duro colpo insomma.
Per fortuna Jay Kristoff è venuto in mio soccorso!

Trama

Mia Corvere, gladiatii, schiava fuggiasca e infame assassina, sta scappando. Dopo i grandi giochi di Godsgrave, finiti con il più audace omicidio nella storia della Repubblica itreyana, Mia si ritrova braccata. Potrebbe non uscire viva dalla Città di Ponti e Ossa. Il suo mentore Mercurio è ora nelle mani dei suoi nemici. La sua stessa famiglia la vuole morta. Ma sotto la città, un oscuro segreto è in attesa. La notte sta per scendere sulla Repubblica, forse per l'ultima volta.














La serie è composta da..
01. Nevernight - Mai Dimenticare (recensione) 02. Nevernight - I Grandi Giochi (recensione) 03. Nevernight - Alba Oscura

Inter(re)view*:

Quale onore rivedersi, signor Kristoff!

Jay: Buondì a lei! Oggi ti vedo incredibilmente allegra…

Si, perchè bisogna ammettere che a parte i tuoi libri nell’ultimo periodo ho avuto letture ben poco emozionanti, quindi è con immensa gioia che mi trovo qui a parlare de Alba Oscura, il capitolo finale della saga di Nevernight

Jay: Quindi deduco che ti sia piaciuto molto?

Ci arriviamo subito, vorrei prima fare una recensione trasversale sulla serie, su come è evoluta e come Jay - tu (circa) - ha scelto di portarla a compimento.

Risultati immagini per nevernight dark dawn fanart
Jay: … Va bene, non hai ancora detto nulla per irritarmi, quindi per ora ti seguo. Andiamo!

Naturalmente questo libro narra la conclusione della storia di Mia, che abbiamo lasciato vittoriosa dopo i Grandi Giochi, ma delusa dal ruolo della Chiesa Rossa nell’uccisione di suo padre. Mia ha ucciso Scaeva - o almeno pensa di averlo fatto, dato che il malcapitato cadavere si è rivelato solamente un sosia. Scoperto questo, la vendetta che Mia esige deve essere terribile. Dunque noi lettori accompagnamo Mia e i suoi alleati - Mercurio, Ashlinn, Tric (il ritrovato Tric), Messer Cortese ed Eclissi - nell’ultimo atto di questa grande storia. Non aspettatevi il solito lieto fine con pochi intoppi, perchè del resto la morte di Mia ci è già stata anticipata nel primo libro…

Jay: Be’, si, in effetti non è certo un libro privo di dolore e dramma, questo però si sapeva. Noi siamo qui per capire cosa ne pensi.

Semplice: questo libro è - finalmente posso dirlo felicemente - perfetto. Al di là della trama, al di là dei protagonisti, al di là del rapporto strappalacrime tra Mercurio e Mia (più padre e figlia loro di molti padri e figlie biologici), al di là della storia d’amore tra Ash e Mia (e si, il triangolo amoroso muore ancora prima di nascere venendo gestito nel miglior modo possibile, con mia somma gioia), sono altri i piccoli dettagli che mi hanno fatto dare a questo libro cinque stelle. Sicuramente i sopracitati giocano un ruolo importante, ma alla fine sono le piccole accortezze che fanno rimanere un libro nella mente dei lettori, dunque vorrei parlarvi proprio di quelle.

Jay: Ma non dovevi parlare della saga in generale?

Hai ragione, l’ho detto, quindi prima parleremo della saga, poi delle accortezze che rendono questo libro il migliore della trilogia. Questa serie evolve nei tre libri: vediamo una Mia diversa in ogni episodio, una ragazza acerba governata dal proprio desiderio di vendetta che cresce, evolve e capisce che non tutto è come sembra (e che il mondo è molto, molto più crudele di come appare). La trama migliora procedendo con la saga, diventando via via più originale e i personaggi più complessi. Viene pian piano svelato un intrigo decisamente ostico, più di quanto Mia e il lettore avessero mai potuto anticipare e con questo terzo libro si completa il quadro abilmente costruito da Kristoff, quando finalmente tutti i nodi vengono al pettine. Un crescendo di tensione e qualità nella scrittura e nei piccoli dettagli che rendono la serie davvero memorabile. Penso sia una delle serie migliori del 2019, per farla molto breve.

7 novembre 2019

Recensione: 'Ruin and Rising' (The Grisha Trilogy #3) - Leigh Bardugo


Buongiorno amici, 
oggi concludiamo questa serie che è stata un po’ un parto (più di quanto ahimè mi aspettassi e naturalmente sperassi).

Per farla molto breve, stiamo di nuovo parlando della Grisha Trilogy, accaldatissima serie di Leigh Bardugo e che l’ha consacrata come autrice affermata in tutto il mondo… Ma che a me non è piaciuta granché :(.
Già, ma andiamo a parlarne.

Trama

Risultati immagini per ruin and rising
The capital has fallen.
The Darkling rules Ravka from his shadow throne.
Now the nation's fate rests with a broken Sun Summoner, a disgraced tracker, and the shattered remnants of a once-great magical army.
Deep in an ancient network of tunnels and caverns, a weakened Alina must submit to the dubious protection of the Apparat and the zealots who worship her as a Saint. Yet her plans lie elsewhere, with the hunt for the elusive firebird and the hope that an outlaw prince still survives.
Alina will have to forge new alliances and put aside old rivalries as she and Mal race to find the last of Morozova's amplifiers. But as she begins to unravel the Darkling's secrets, she reveals a past that will forever alter her understanding of the bond they share and the power she wields. The firebird is the one thing that stands between Ravka and destruction—and claiming it could cost Alina the very future she’s fighting for.




La serie è composta da…
0.1. The Demon in the Wood
01. Shadow and Bone (recensione)
1.5. The Tailor
02. Siege and Storm (recensione)
03. Ruin and Rising

Recensione:
Dunque, cosa vi avevo detto nella scorsa recensione, riguardo al capitolo precedente?

Sostanzialmente i punti erano i seguenti:
  • Alina
  • Mal zerbino
  • Succede ben poco
  • Ambientazione + scrittura
Quindi oggi vorrei brevemente ridiscutere questi aspetti per vedere cosa è cambiato e cosa ahimè è rimasto uguale.

Come ogni libro finale che si rispetti, naturalmente, la trama deve evolversi dal punto di stallo che si è (inevitabilmente) creato alla fine del secondo libro per condurre al lieto fine spargendo un po’ di sangue qua e la e uccidendo qualche personaggio così, per far soffrire i lettori.

Io vorrei potervi dire che questo libro non rispetta questa struttura, vorrei poter dire che è un fantasy originale e una conclusione originale alla trilogia, ma come sempre no puedo. E’ una serie che ormai ha qualche anno e questi cliché sono comprensibili, ma comunque rappresentano un motivo di critica secondo il mio punto di vista.

Dunque si, è un libro scontato (ad eccezione del finale che riporta un po’ di brio nella trama con il classico cliffhanger a cinquanta pagine dalla fine, ma risulta comunque un po’ affrettato secondo me), ma sicuramente non posso più dire che è privo di azione, anzi: finalmente i personaggi fanno cose, vanno alla ricerca di persone, agiscono, scoprono cose, combattono. Quindi menomale: classicamente l’ultimo libro è ricchissimo di azione, più dei precedenti nella serie, e così è anche per la Grisha Trilogy. 

5 novembre 2019

Recensione: 'Siege and Storm' (The Grisha Trilogy #2) - Leigh Bardugo

Buongiorno, amici e amiche!
Delusa, stupita, allibita, incredula, indignata è come mi sento dopo aver finito questo libro.
Non pensavo accadesse, ma per ora la Bardugo non fa proprio per me e mi dispiace. Spero di avere un'esperienza decisamente migliore con Six of Crows, che leggerò a breve.

Si, insomma, questo libro non è che mi sia poi piaciuto più di tanto.. Non uccidetemi pliz.

Trama

Risultati immagini per siege and storm
Darkness never dies.

Hunted across the True Sea, haunted by the lives she took on the Fold, Alina must try to make a life with Mal in an unfamiliar land, all while keeping her identity as the Sun Summoner a secret. But she can’t outrun her past or her destiny for long.

The Darkling has emerged from the Shadow Fold with a terrifying new power and a dangerous plan that will test the very boundaries of the natural world. With the help of a notorious privateer, Alina returns to the country she abandoned, determined to fight the forces gathering against Ravka. But as her power grows, Alina slips deeper into the Darkling’s game of forbidden magic, and farther away from Mal. Somehow, she will have to choose between her country, her power, and the love she always thought would guide her—or risk losing everything to the oncoming storm.






La Serie è composta da...
0.1 The Demon in the Wood

0.5. The Witch of Duva
01. Tenebre e Ghiaccio (recensione)
1.5. The Tailor
02. Siege and Storm
2.5. The Too Clever Fox
2.6 Little Knife
03. Ruin and Rising

Recensione:


Amici e amiche, io sinceramente non so cosa sia successo.

So che molti di voi amano questa serie e io stessa mi aspettavo di amarla alla follia, di esserne completamente conquistata e travolta e invece sta succedendo il contrario.

Ho dato al primo libro ben 4 stelle, quindi di certo non poco, e pensavo questo giudizio sarebbe andato aumentando con la serie e invece…

Sostanzialmente ritroviamo i personaggi dove li avevamo lasciati (che novità): Mal e Alina in fuga lontano dalla loro patria. Sappiamo tutti perfettamente che questa fuga non durerà granché e così infatti è. Costretti a tornare, Alina prenderà in mano le redini della rivolta contro il Darkling, ormai nemico dello stato, ma al fianco del quale combattono molti Grisha, mentre Mal cercherà di trovarsi un’occupazione a corte (cosa non facile visto che lui è un uomo assolutamente comune, senza nessun potere particolare a parte un eccezionale talento per il seguire le piste).
Il destino di Mal e Alina si intreccerà profondamente a quello della casa reale e in particolare di uno dei suoi rampolli, il principe Nicholai, secondogenito del re e in lotta contro il Darkling tanto quanto contro suo fratello maggiore per la lotta al trono.

Il mio problema fondamentale con questo libro è proprio Alina. Io speravo di trovare una protagonista forte, coerente, un po’ meno scontata e invece abbiamo la solita piagnucolona. Un po’ una delusione, per dirla tutta. Mal poi le fa letteralmente da zerbino e non penso nessuno dei lettori sia rimasto soddisfatto dalla loro storiella amorosa che c’è-ma-non-c’è-per-cause-di-forza-maggiore (ehi, originalissimo eh…).

Non lo so, sarà che le mie aspettative erano così alte…

1 novembre 2019

TBR: Novembre 2019


Buongiornissimo, amici!
Come state? Tutto a posto?

Incredibilmente è già novembre, aiutoooo, il tempo vola troppo ç.ç

Oggi vi presento le uscite più simpy del mese. Poche poche, ma di qualità!

Enjoy!


- USCITE NOSTRANE -

01. L'impero delle tempeste - Sarah J. Maas


La lunga strada dall'omicidio al trono è appena cominciata per Aelin Galathynius, l'ultima discendente della sua casata, la principessa perduta di Terrasen che in molti conoscono come Celaena Sardothien. I regni di Erilea stanno andando in frantumi attorno a lei. Per salvare coloro che ama dalle forze dell'oscurità, dovrà allearsi con i suoi nemici. Mentre la guerra incombe all'orizzonte, l'unica speranza di salvezza risiede in una tenace ricerca che potrebbe mettere fine a quanto Aelin ha di più caro.



DATA DI USCITA: 5 novembre




















02. Sei il mio Inganno - Jamie McGuire

Naomi non ricorda un tempo in cui la sua vita sia stata facile. Abituata a pretendere il massimo da sé stessa, combatte sempre per ciò in cui crede e non si arrende mai. Eppure, dopo l’ennesima battaglia persa, tutte le sue fragilità, prima dissimulate dietro una facciata da dura, hanno visto la luce. E ora un nuovo lavoro a Colorado Springs le sembra la soluzione migliore per curare il suo cuore spezzato. O almeno così crede, finché non incontra Zeke. Le basta fissare per un istante quegli occhi azzurri, limpidissimi, per intuire che lui non è come gli altri. C’è qualcosa, nei modi gentili con cui si avvicina a lei, che la lascia senza fiato. Naomi sceglie di aprire la porta all’amicizia di Zeke. Giorno dopo giorno, impara a fidarsi di lui. Della straordinaria capacità che ha di capire quello di cui ha bisogno. Riesce persino a lasciarsi andare e a raccontare a Zeke del suo passato. Solo allora si rende conto che tra loro c’è più di una semplice amicizia: Naomi si sta innamorando e non vuole opporsi. Anche se, questa volta, ci pensa una vecchia conoscenza a ostacolarla: si tratta di Peter, che spera di poterla riconquistare dopo anni di lontananza. Ma Naomi non ha intenzione di stare al gioco ed è pronta a tutto per non perdere la persona che ama.
Con oltre un milione di copie vendute solo in Italia e un successo che si ripete con ogni nuovo romanzo, Jamie McGuire è una delle autrici bestseller più amate degli ultimi anni. Lo conferma l’accoglienza ricevuta dalla sua nuova serie, inaugurata con Sei il mio danno, che, come la trilogia-fenomeno Uno splendido disastro, è subito balzata in vetta alle classifiche ed è già un caso editoriale in tutto il mondo. Sei il mio inganno è la storia di un amore profondo, quello tra Naomi e Zeke. Due cuori solitari e fragili che trovano il modo di difendere i propri sentimenti anche di fronte a coloro che vorrebbero separarli.

DATA DI USCITA: 7 novembre





03. Lo sguardo lento delle cose mute - Patrick Rothfuss

Lo sguardo lento delle cose mute
Sotto l’Università c’è un posto oscuro, che solo poche persone conoscono; una rete spezzata di antichi passaggi e stanze abbandonate. Lì vive una giovane donna, nascosta tra i tunnel tentacolari, al centro di questo luogo dimenticato. Il suo nome è Auri, ed è piena di misteri.

Lo sguardo lento delle cose mute è un breve e agrodolce scorcio sulla vita di Auri, una storia che, giocosa e inquietante al tempo stesso, offre al lettore la possibilità di guardare il mondo attraverso gli occhi della sua protagonista e di imparare cose che solo Auri conosce.

In questo libro ricco di segreti e di misteri, Patrick Rothfuss ci conduce nel mondo di uno dei personaggi più enigmatici de Le cronache dell’assassino del re e si collega alle vicende narrate nel secondo volume delle Cronache.

Patrick Rothfuss è nato nel Wisconsin nel 1973. Ha studiato ingegneria chimica all’università di Stevens Point (Wisconsin) frequentando innumerevoli corsi e laureandosi, alla fine, in letteratura. Rothfuss è stato insignito, negli anni, del Quill Award, del David Gemmell Legend Award, del German Fantasy Prize e del prestigioso Premio Locus al miglior romanzo di Fantasy. I primi due romanzi delle Cronache dell’assassino del re sono pubblicati da Mondadori.

DATA DI USCITA: 12 novembre







31 ottobre 2019

Halloween 2019: Consigli Cinematografici!

Risultati immagini per halloween png

(So che l'hanno fatto tutti lol, ma chissenefrega..)

Buongiorno, amici! E buon HALLOWEEN!

Come state? Pronti per uscire mascherati o vi aspetta una serata tranquilla coperta+the+film dell'orrore?

Se rientrare nella seconda categoria questo è il post che fa per voi! Per farla breve questi sono i miei consigli cinematografici per oggi, se come me stasera dopo una bella cenetta vi stenderete sul divano con un film (e poi un libro..)!


Categoria uno: SPOOOOOOOKY!

Naturalmente - metodica come sono - non potevo non dividere i libri in categorie e la prima è sicuramente dedicata ai film horror! Chi non ama essere un po' spaventato la sera di Halloween?
..
..
Be', la sottoscritta. Sono una fifona incredibile, quindi tutti i film che vi consiglio sono o grandi classici che non si possono non vedere, o thriller/horror che non fanno così paura. C'è un'eccezione però..

Risultati immagini per the village locandina
Il primo film che vi consiglio è The Village, diretto da Shyamalan (noto per Split). Sicuramente un thriller che un po' di paura la fa. E' una storia molto lugubre su un villaggio sperduto oltre una foresta e isolato dal resto del mondo. Proprio nella foresta si aggirano delle presenze pericolose e misteriose e gli abitanti del villaggio hanno ideato delle regole ferree per difendersi dai loro attacchi. C'è però sempre qualcosa che non va o qualcuno che contravviene alle regole dei saggi...

Il jolly di questo film è uno spettacolare Joaquin Phoenix agli albori!

Risultati immagini per shining locandina
Proseguiamo poi con due grandi classici: prima di tutto Shining, capolavoro di Kubrick, sulla lenta discesa nella follia di uno scrittore - a causa di una forza misteriosa che permane lo sperduto hotel tra le montagne dove la vicenda prende le mosse - e del pericolo al quale questo esporrà la sua famiglia (c'è persino il seguito, Dr Sleep, nelle sale proprio in questi giorni!). Non fa paura, ad eccezione della musica.

Risultati immagini per it locandina
Poi naturalmente IT, di cui vi ho già parlato qui. Che vogliate cimentarvi con la versione vecchia o con la più recente interpretazione dell'anno scorso, be', IT rimane una storia universale in grado di parlare a chiunque. Ovviamente la versione nuova ha degli effetti speciali migliori e più spaventosi (moooolto più spaventosi!). Se però ancora non siete mai stati a Derry e non avete mai conosciuto le vicende dei Perdenti e del pagliaccio Pennywise che li perseguita, be', potrebbe essere l'occasione giusta per farlo!

Risultati immagini per coraline e la porta magica locandina
L'ultimo film  che mi sento di annoverare in questa rubrica è Coraline e la porta magica e chiunque mi dica che è un film per bambini che non fa paura... Be', non l'ha mai visto. Sicuramente è stato pensato come film per bambini, quindi non siamo ai livelli di IT, ma ci sono delle scene assolutamente raccapriccianti. Se non avete mai affrontato il mondo di Coraline, be', è la storia di una ragazzina che si trasferisce con i genitori in una nuova casa e un giorno scopre una porta misteriosa che conduce ad un universo parallelo. Non tutto in questo universo è però così meraviglioso come sembra, soprattutto gli alter ego dei suoi genitori...


29 ottobre 2019

Recensione: 'Nevernight - I Grandi Giochi' (Nevernight #2) - Jay Kristoff

Buongiorno, gioie!
Come state? Finalmente torniamo a parlare di questa emozionante serie *^*!

Senza ulteriore indugio re-immergiamoci nel mondo di Nevernight!

Ringrazio incredibilmente la Mondadori per la copia!

Trama

Risultati immagini per nevernight i grandi giochi
Dall’acclamato autore bestseller Jay Kristoff, il Libro Secondo degli Accadimenti di Illuminotte.
Mia Corvere, distruttrice di imperi, ha trovato il suo posto tra le Lame di Nostra Signora del benedetto omicidio, ma sono in tanti all’interno della Chiesa Rossa a pensare che non se lo meriti.
La sua posizione è fragile, e non si sta affatto avvicinando alla vendetta cui agogna. Ma dopo uno scontro letale con un vecchio nemico, Mia inizia a sospettare quali siano i veri moventi della Chiesa Rossa.
Al termine dei grandi giochi di Godsgrave, Mia tradisce la Chiesa e si vende come schiava per avere la possibilità di mantenere la promessa che ha fatto il giorno in cui ha perso tutto.
Sulle sabbie dell’arena, Mia trova nuovi alleati, feroci rivali e domande ancora più incalzanti sulla sua affinità con le ombre.







Copertina Originale:

Risultati immagini per nevernight godsgrave 


La serie è composta da...
01. Nevernight - Mai Dimenticare (recensione)
02. Nevernight - I Grandi Giochi
03. Nevernight - Alba Oscura

Inter(re)view*:

Risultati immagini per nevernight godsgrave fanartSignori miei, eccoci tornati a parlare dell’impeccabile Mr Kristoff!

Jay: Che gioia..

Rieccoti. Abbiamo sempre il problema della scorsa recensione, però, ti avviso… Comunque questo secondo capitolo è a dir poco esplosivo, tanto è cambiato da quando abbiamo lasciato i nostri amichetti alla fine del primo libro e tanto ci aspetta durante la lettura di questo secondo capitolo!

Dunque, cosa è successo a Mia? La ritroviamo nelle mani di una schiavista, pronta per essere (intenzionalmente) venduta a un Sanguini, un maestro che organizza combattimenti tra schiavi, chiamati Gladiatii, nei Grandi Giochi di Godsgrave. Al termine dei giochi all’ultimo sopravvissuto è concessa la libertà incondizionata e l’uscita dalle condizioni di schiavo.

Mia ha naturalmente intenzione di diventare una Gladiatii per portare avanti i suoi fini di vendetta, dato che alla premiazione del vincitore dei Giochi saranno presenti entrambi i due uomini che lei deve ancora uccidere: il Console Scaeva e il capo della Chiesa, entrambi privati dei loro simboli religiosi che indeboliscono Mia in quanto Tenebris.

Nulla va però secondo i piani e anziché unirsi al Collegio del Sanguini che desidera, Mia verrà invece ammessa in quello della figlia Leona, in mezzo ad altri Gladiatii che come lei desiderano solo vincere per essere liberati. Mia viene ammessa come schiava, naturalmente, e dovrà affrontare ogni tipo di insidia per guadagnarsi un posto in mezzo a quei guerrieri, sopravvivendo a prove sempre più difficili prima dei Giochi.

Jay: Un preambolo piuttosto lungo o sbaglio? Comunque ho fatto delle ricerche su questa specie di contrasto che dici che esiste tra il me di queste review e il me reale e… Non mi hai convinto. Io sono un reale Jay, punto.

Si, senza dubbio, ma il problema è che… Va be’, non perdiamo tempo con questi discorsi già fatti.
La cosa più incredibile di questo secondo capitolo è senza dubbio Mia. Mia è disumana, incredibile, potentissima, fenomenale. Fa delle cose che non penso dei normali essere umani sarebbero in grado di fare, tbh.. A un certo punto è persino troppo proprio per questo motivo. E’ sicuramente una tostissima guerriera, una forza della natura, ma… E’ possibile essere così? Chiaramente Mia non è umana al 100%, ma perde credibilità con tutto questa incredibile serie di cose che fa e che solo lei sarebbe in grado di fare.

Jay: Sicuramente lei è extra, ma fa parte del suo personaggio e del resto non penso che a nessuno interesserebbe la vicenda di una persona comune che fa cose comuni e noiose e muore dopo 30 pagine, no?