20 aprile 2016

Recensione 'Il primo amore sei tu' - Stephanie Perkins

Buongiorno miei cari,
oggi vi recensisco il seguito de "Il primo bacio a Parigi" (trovate la recensione qui), portato in Italia anch'esso dalla DeA. Mentre in inglese ogni titolo aveva un'allusione alla trama, in Italia si è preferito costruire i titoli ripetendo "ll primo... Il primo..." e secondo me è una scelta triste >.< 
Però questo ci danno e noi questo leggiamo, giusto c: ?

Cominciamo senza perdere altro tempo, dunque.

Trama


Lola ha diciassette anni, un gusto un po’ stravagante per la moda, e tre piccoli, piccolissimi desideri. PRIMO Andare al ballo della scuola vestita da Maria Antonietta. SECONDO Convincere i genitori che Max è il fidanzato migliore del mondo. TERZO Non rivedere più Cricket Bell. Mai più. A volte però il destino gioca brutti scherzi e la famiglia Bell al completo si trasferisce nella casa proprio di fronte a quella di Lola. All’improvviso la ragazza sente il mondo crollarle addosso. Per due anni ha faticosamente tentato di dimenticare Cricket, e ora tutti i suoi sforzi sembrano vanificati. Cricket è di nuovo lì, davanti ai suoi occhi, e con lui il ricordo di ciò che è stato e di quell’ultima giornata insieme… Lola è sicura di aver voltato pagina con Max e di non provare più niente per Cricket. Ma allora perché sente il cuore batterle all’impazzata ogni volta che lo incontra? Forse perché il primo amore non si scorda mai?





Copertina originale


(Le copertine americane sono particolarmente carine con questo colori pastello, ma anche quelle italiane mi piacciono. Forse preferirei quelle americane perchè tra loro si abbinano, ma giusto per quello.)

La serie è composta da...
01. Il primo bacio a Parigi
02. Il primo amore sei tu
03. Isla and the Happily Ever After

Inter(re)view (ormai dovreste sapere cos'è, ma se ancora ve la siete persa andate a guardare nella recensione di Deathdate di questo blog e capirete tutto (?) )*

E' sempre un piacere, Stephanie.

Stephanie: Be', wow, mi aspettavo di essere riconvocata qui presto, ma non COSI' presto!

Che ti posso dire, prima di andare in vacanza dovevo leggere qualcosa di leggero e piacevole c:

Stephanie: No, figurati, io sono contenta, ma... Non sei preoccupata perchè la data di uscita italiana non è ancora stata annunciata nè assicurata?

Ma pff... *risatina nervosa* Io mi... Ehm... Fido della DeA.

Stephanie: Ah, per carità, io pure... Spero... *risatina nervosa 2*

Ciancio alle bande, iniziamo la...

Stephanie: "Cianco alle bande?" Che cosa significa o.o?

Ehm... Sarebbe "bando alle ciance", cioè, be', "lasciamo da parte le cose inutili e cominciamo"... O qualcosa del genere...

Stephanie: Banco alle Cance, che carino!

No, Steph, sarebbe "bando alle ciance".

Stephanie: "Ciancio alle pande"? Oh, scusa...

Bando alle ciance.

Stephanie: Eh, cos'ho detto? Caccio alle bante, no?

Ehm... Si, si, giusto, bando all... Ehm... Cominciamo senza ulteriori indugi, eh?
Allora molte persone mi avevano detto che questo libro semplicemente non era all'altezza di "Il primo bacio a Parigi", ja? Ja. E invece, semplicemente, non è vero.

Stephanie: Oh, mi scaldi il cuore così! Tando alle banche, vai avanti! Ah, quanto mi piace questa espressione!

Le mie orecchie stanno sanguinando...

Stephanie: Come?

Nulla, nulla, dicevo...
Questo libro è dolcissimo, tenero oltre ogni modo e i personaggi sono caratterizzati mooolto meglio del primo libro, forse anche perchè sono più particolari. Lola è una ragazza con un senso della moda tutto suo, letteralmente (basti pensare a parrucche fluo e vestiti di tela stile Cleopatra), due padri gay (stile Rachel Berry di Glee) e un ragazzo rock star di 4/5 anni più grande di lei, Max. Lola, però, ha anche un problema: Cricket Bell. Il boy della situa. Un grande senso dello stile, un'altezza fuori dal comune e dei capelli neri e dritti sempre sparati conditi da grande senso dell'umorismo e un'innato fascino. Questo è Cricket. Un ragazzo di cui è impossibile non innamorarsi e che la nostra Lola ha la fortuna di avere come vicino di casa.

Stephanie: Piaciuto, eh?

Tantissimo. Cricket dà senso a questo romanzo. E' il primo amore di Lola, chiaro, ma ora lei ha Max, un ragazzo così diverso da Cricket che quasi ci si chiede come faccia Lola ad averli amati entrambi. Cricket, al contempo, ha sempre provato qualcosa per Lola, ma quando si ritrasferisce vicino a lei, dopo che per anni non si sono nè visti nè parlati, sperando di riconquistarla e farsi perdonare per un vecchio errore, come reagirà alla vista di Max?

Stephanie: Ah, adoravo Cricket anche io.

E si vede tantissimo!
Cricket e Lola sono due personaggi favolosi e leggermente strampalati, con situazioni familiari particolari (l'una con due padri gay e una madre naturale alcolizzata, l'altro con una sorella pattinatrice che monopolizza la vita familiare) che insieme fanno le perfette metà di una mela. 


(ATTENZIONE a questa bellissma, stupenda citazione *-*)
"E io mi avvio a testa alta verso la mia entrata trionfale, mano nella mano con il ragazzo che mi ha regalato la luna e le stelle."

Stephanie: La storia, però, non è fine a sè stessa, perchè sono presenti sia Anna sia Etienne nel libro, giusto? 

Si, i due libri si intrecciano ripetutamente, ma la presenza di Anna non scavalca mai quella di Lola e molte volte mi sono ritrovata a pensare ad Anna come ad una sconosciuta. Le storie sono comunque diverse: quella di Anna è più passionale, più incentrata sui sentimenti e sulla famiglia, mentre quella di Lola mantiene la tematica della famiglia, ma si dedica anche all'affermazione di sè. (Lola infatti ha una passione unica e degna di nota che io non avevo mai incontrato in nessun altro libro: il cucito!)

Stephanie: Non avrei saputo dirlo meglio!

Be', ovvio, sono sempre io che scrivo anche le tue battute...

Stephanie: Eh?

Eh?

Stephanie: Hai detto qualcosa...?

Io? Oh, nulla! Nullissimo!

Stephanie: "Nullissimo"... Carina anche questa, com...

NO! NO NO NO!
Tra "Il primo bacio a Parigi" e "Il primo amore sei tu", comunque, non saprei scegliere. La prima è una storia più romance, mentre la seconda lo è meno, ma sono entrambe storie bellissime e la Perkins si conferma un'autrice di grande talento.

Stephanie: Però così mi fai arrossire!

Ma no, te lo meriti! 
Quando devo tessere le lodi di qualcuno lo faccio \*-*/
Tra Cricket e St. Clair sceglierei probabilmente Cricket per il senso dello stile, lo humor, la poesia... Non so, quel ragazzo mi ha stregato, ma non dico che St. Clair sia da buttare, anzi! Ho amato anche lui!



"Ti sei costruito questa idea di me, questo ideale, ma io non sono quella persona. Non sono perfetta. Non mi merito una storia così bella."
"Lola. Sei tu la storia."
"Ma una storia è solo quello. Non è la verità."
[...] "Lo so che non sei perfetta. Ma sono proprio le imperfezioni di una persona a renderla perfetta per qualcuno."


Stephanie: Se dovessi esprimere un giudizio definitivo?

Come? Il verdetto? Si, si, ora...

Stephanie: No, ma veramente io ho chiesto chi prefer...

Eccolo, eccolo! Non essere impaziente!
Dunque, non vorrei essere costretta a dare due giudizi diversi su due libri comunque belli, però però... Si, ecco, lo devo fare.

Verdetto:


Wow, complimenti! Un Eccezionale con qualcosa in più!

 E' stato un piacere averti con noi anche oggi, Stephanie, alla prossima!


Stephanie: Piacere mio, a presto (si spera... DeA muoviti, su! c: )

Un abbraccio a tutti voi,
#Rainy



* DISCLAIMER:  I dialoghi con gli autori sono frutto di fantasia e non ne vogliono in alcun modo indicare il carattere reale, quindi relax. Prendete con leggerezza queste interviste e non vi offendete se il vostro autore preferito non è rappresentato come vorreste. Grazie.

9 commenti:

  1. quanto è spiritosa questa recensione.
    Condivido quello che hai detto, per quanto abbia apprezzato tantissimo la storia di Anna, devo dire che anche quella di Lola è molto bella. Sono due storie diverse e proprio per motivi diversi sono belle entrambe

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non posso che essere d'accordo: come ho detto non saprei scegliere quale preferisco tra le due perchè entrambe mi hanno regalato dei bellissimi momenti e sono storie stupende ^^ (a costo di sembrare smielata ahah)

      Elimina
  2. Ahahahahahahahahahhahahahahahah adorata questa recensione xD
    Ho amato entrambi i romanzi in maniera diversa *.* Anche se, forse un pochetto di più il primo... Però, anche il secondo... Ahhhh noooo, non lo soooo >.< Mi sono piaciuti entrambi!

    Ah, dimenticavo... CIANCIO ALLE BANDE ahahahahahahaha

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "Aaaaaah nooo, non lo sooooo >.<" sono decisamente io ahahah quoto tutto

      Ciancio alle bande anche a te <3

      Elimina
  3. Hahahaha adoro questo tuo nuovo modo di scrivere le recensioni!
    Non ho mai letto niente della Perkins ma i suoi libri mi ispirano molto, devo assolutamente procurarmi il primo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Devi. Assolutamente. Farlo. Sottoscrivo. Corri. Ora.

      Elimina
  4. Ho letto solo il primo per ora e me ne sono innamorata, non vedo l' ora di comprare il secondo!!!

    RispondiElimina
  5. Per ora ho letto solo il primo e me ne sono innamorata, non vedo l' ora di leggere il secondo!!!

    RispondiElimina

Mi farebbe davvero piacere sapere cosa ne pensate :3 Lasciatemi un commentino se vi va!