18 maggio 2016

Recensione 'Perfect' - Alison G. Bailey

EHI, PARTECIPA AL NOSTRO GIVEAWAY ^^



Ciau a tutti :).
La pigrizia è talmente tanta ed è così tardi che non avevo neanche voglia di aggiungere "La perfezione di un attimo" nel titolo. Yee.

Riassumere in una frase questo libro? Eliminato dal Kobo appena finito. Yuppi -.- .

Cominciamo senza perdere altro tempo quindi ^^


Può la vera felicità durare più di un attimo? È quello che si domanda Amanda, diciotto anni e una vita di insicurezze, quando decide di rifiutare con ostinazione l'amore di Noah. Noah che è il suo migliore amico, la sua anima gemella, il suo cavaliere dall'armatura scintillante. Amanda sa che Noah potrebbe renderla felice, immensamente felice, ma sa anche che tanta felicità potrebbe non durare. E perdere Noah le spezzerebbe il cuore. Ecco perché preferisce rinunciare a lui, e all'illusione di un momento, piuttosto che vivere con il rimpianto di averlo perso per sempre. Per molto tempo Amanda e Noah si rincorrono, soffocando la passione che li divora, gettandosi a capofitto in storie sbagliate e avventure di una notte. Ma quando un tragico evento sconvolge la vita di Amanda, le cose cambiano. Costretta a lottare con tutte le proprie forze per ricominciare, la ragazza capisce che al mondo non esiste dono più prezioso di ogni singolo istante in cui possiamo respirare, correre, ridere e... amare. E si rende conto di non avere più nemmeno un secondo da sprecare. Perché, a volte, un solo attimo di felicità vale più di una vita intera.



Copertina Originale...


(Che ve lo dico a fare? Preferisco quella americana lol)

La serie è composta da...
1. Perfect
2. Past Imperfect (inedito in Italia)
3. Presently Perfect (inedito in Italia)


Inter(re)view (dai, ormai sapete cosa vuol dire, no? Se no, andate a leggere l'introduzione a cura di me me stessa medesima a questa recensione)*

Ah, Alison carissima, come devo fare io con te? Immagina il mio stupore quando ho scoperto che eri tutt'altro che una teenager.

Alison: Ehm... In che senso?

Ero sicura, sicurissima, al 100% che avessi tipo 20 anni o qualcosa del genere, ma la tua età non la si trova da nessuna parte, quindi rimarrà un mistero...

Alison: Perchè ti interessa tanto?

Perchè? Ma perchè il tuo libro è poco più di un obrobrio. E non do questi giudizi a cuor leggero, perchè immagino quanto sforzo ti ci sia voluto per scriverlo.

Alison: Che cosa?!

Oh no, non cominciare. Io ci ho provato, te lo giuro, ci ho provato a leggerlo e l'ho finito che rantolavo. Le mie reazioni mentre procedevo con la lettura sono state: MEH. Poi BLEAH. Poi VOMITOOOOOOO. Poi WO, DECENTE. E infine, ovviamente. BLEAH. Cioè, non se po' fa'!

Alison: Ma io ci ho messo un sacco di impegno, non ti lascerò screditare il mio libro così, senza due righe di spiegazione!

Oh no, tranquilla, ci dedicheremo un bel po' a questo libr(acci)o.


Alison: Parla pure, ti ascolto. *sguardo incazzoso*

Dunque dunque: questo libro - per voi pigroni che non avete letto la trama, cosa che io non faccio mai, quindi sono dei vostri - parla di una cara ragazza, Amanda, detta "Manda" (wow, che meraviglia -.-) che semplicemente ama il suo migliore amico. Questo caro ragazzo, Noah, invece è un ragazzo bellissimo, dolcissimo e fedele come non mai, che semplicemente ama la sua migliore amica, Amanda, appunto. Perfetto, no? E' a questa perfezione che allude il libro? Per una volta le cose saranno così semplici tra i due? 
OVVIAMENTE NO. ANZI. (E qui partono i primi pugni al vento per sfogare la frustrazione).
Perché la nostra Amanda è un'idiota di prima categoria e per paura di "perdere il suo Noah, perchè prima o poi farà casino" continua a respingerlo.

 "Perchè non capiva? Il punto non era che lo desideravo. Io non volevo perderlo." E IO DICO SOLAMENTE WAAAAAT; nda

Alison: Si, ma la sua paura è giustificata. Noah è la persona più importante per lei e deve reprimere i suoi sentimenti perchè altrimenti lo perderebbe.

Ma lei lo perde! Lo perde UNA MEZZA DOZZINA DI VOLTE! E' troppo scema per capire che così ferisce i sentimenti di Noah e non ottiene nulla e lui è troppo SANTO per capire che lei è un'idiota patentata!

Alison: Non ti permetto di dare dell'idiota ai miei personaggi!

Aspetta, aspetta, non ho mica finito! .-.

Alison: Ma non mi interessa sapere cos'hai da dire! Non più!

C'è anche qualche complimento, quindi lo sentirai lo stesso! Siediti, fatti una camomilla e stammi cortesemente a sentire c: !
In poche parole Amanda è fastidiosa, stupidissima, inutile, lagnosa, lamentosa. Non potevo sopportare nè lei nè i fastidiossimi clichè presenti nel libro. E dire che me l'avevano pure consigliato...

Alison: E' un bel libro! E se ti azzardi a dargli meno di 3 stelle ne risponderai ai miei avvocati!

Questo è tutto da vedere, sia gli avvocati sia il verdetto u.u
Parliamo un po' degli altri personaggi? Daje. Allora, importanti per la storia ce ne sono ben pochi perchè tutto gira intorno a 'sti due, ma mi sento di evidenziare solo per voi il meglio e il peggio di questo libro per questa categoria: Dalton è il meglio. Sarebbe proprio un peccato se comparisse solo per qualche capitolo per poi fare una fine indegna. PECCATO CHE SUCCEDA. Il nostro povero Dalton, unico vero saggio di questo ammasso aggrovigliato, è l'unico che salvo e ahimè gli capita una sorte che avrei gradito fosse toccata alla protagonista. SPOILER CHE PERO' VI CONSIGLIO DI LEGGERE [Il nostro amico muore di cancro. Ah, non ve l'ho detto? Il libro tocca i massimi storici del trash verso la fine, perchè anche Amanda si ammala di cancro, giusto per buttarci a casissimo della roba da fan service.]. 

Alison: Ma! Se provi a insultare di nuovo la mia Amanda giuro che...

Shh, fammi scrivere questa citazione di Dalton! E poi non sei contenta dei complimenti?

"Amanda, non puoi cambiare il passato... E gente come noi non sa se avrà un futuro. Il passato non esiste più. Abbiamo soltanto il presente. Il presente è perfetto, giovane cavalletta (Mi rifiuto di spiegarvi il perchè di questo stupidissimo soprannome; nda), perchè respiriamo, ci muoviamo, ridiamo, piangiamo e ci sorprendiamo quando troviamo qualcuno con cui creare un legame. (Dialoghi irrealistici all'ennesima potenza, ma anyway; nda) Smetti di vivere nel passato, smetti di sprecare il presente. Devi dire a Noah cosa provi."

Alison: Non se vengono da una boriosa come te!

Ti prego, non iniziare ora con gli insulti o gli esaurirai per dopo.
Adesso c'è il PEGGIO. Come personaggi se la giocano Brooke, la fidanzata di Noah (che poverino prova a farsi una vita visto che Amanda lo respinge), odiosa e succube, ma stronza con Amanda al punto giusto, il che le fa guadagnare punti, e Brad, buttato a casissimo dopo il primo rifiuto ufficiale di Amanda per Noah (quindi, guarda caso, proprio quando sarebbe conveniente che comparisse un terzo incomodo, oh, voilà, ecco Brad -.-). Brad sarebbe l'amico di letto di Amanda. E qui il trash. Brad fa una scommessa con i suoi amici sul fatto che sarebbe riuscito a portarsi a letto Amanda. Ce la fa, Amanda lo scopre e cosa fa la nostra grande protagonista? Quando sente qualche "bisogno", diciamo così, corre da lui COMUNQUE, ci passa qualche ora di divertimento e poi se ne va pentendosene, in pieno stile prostituta nonostante lui l'abbia usata per farsi figo. Brava, Alison, ottimo insegnamento. 

Alison: Ma vedi che hai frainteso? Il rapporto di Brad e Amanda è conflittuale e pare esserci qualcosa sotto che non viene rivelato, perchè tutti e due sono entrambi troppo presi dai loro interessi personali momentanei e...

Nah, non ci crederò mai. E oltretutto Amanda stessa dichiara "Non si può dimenticare qualcuno gettandosi tra le braccia di un altro. Non farà che ricordarti chi avresti dovuto tenerti stretto." .


Alison: Senti un po', hai qualcosa di positivo da dire o me ne devo andare sbattendoti la porta in faccia?

Sei libera di andare, ma prima ti devo dire ancora un paio di cosette e poi ho concluso: questo libro è pieno zeppo di clichè (tanti spasimanti che spuntano a caso, ragazza bruttina che invece nella pratica è bellissima), la protagonista è irritante, il finale TRASHISSIMO, dialoghi insensati ("Basta, me ne vado". "No, ti prego, resta". "Okay".), ma bisogna dire che è scritto bene, i sentimenti dei due giovani sono ben descritti e le scene idem. Quindi una grande abilità, Alison, sprecata con una storia assurda e dei protagonisti un po' gne gne.

Alison: E io ho dovuto aspettare per sentirmi dire questo?! Potevo andarmene allora!

Ora puoi farlo, perchè manca solo una cosa a questa recensione e cioè il...

Verdetto


La Humbridge è più gradevole! Sei un quasi-Troll! Un Troll +!


Alison: CHE COSA?!

Già, hai l'onore di avere il voto più basso di sempre da quando ho iniziato a dare voti in Doni della Morte, non sei felice *-*? A me un po' dispiace in effetti...

Alison: BRUTTA ********! COME TI PERMETTI DI INSULTARE COSI' IL MIO LIBRO! SEI SOLO UNA PICCOLA ******** E ******** E INOLTRE *********!

Cià, a mai più rivederci, forse, o magari si con un nuovo libro che sarà meraviglioso u.u
E un cià anche a voi ^^
Ci rivediamo domani, penso!
#Rainy



* DISCLAIMER:  I dialoghi con gli autori sono frutto di fantasia e non ne vogliono in alcun modo indicare il carattere reale, quindi relax. Prendete con leggerezza queste interviste e non vi offendete se il vostro autore preferito non è rappresentato come vorreste. Grazie.

12 commenti:

  1. No vabbe' io sto morendo dal ridere, non letteralmente, ma devo comunque asciugarmi le lacrime. ADORO la tua Inter(re)view, ti prego invitami durante la prossima!!! Non mi trovi d'accordo con il fatto che Humbridge è più gradevole, perché sul serio, quella tizia è intollerabile, ma fantastica recensione e anch'io ho avuto le tue stesse sensazioni durante la lettura, ma che ci posso fare, Dalton e Noah mi hanno addolcita, mentre Amanda l'avrei presentata volentieri a Fuffi, senza darle l'arpa magica! xD
    Un abbraccio,
    Ady

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille per i complimenti sulla Inter(re)view, significano parecchio per la sottoscritta ^^
      Riguardo alla Humbridge diciamo che il livello di irritazione per questo libro era così alle stelle che in effetti il paragone mi sembrava azzeccato, ma almeno sono felice di sapere che non sono l'unica ad aver odiato Amanda (e questo libro in fondo ahah)

      Elimina
  2. Oddio!! Ahahah. Ho le lacrime agli occhi. Il problema è proprio questo... l'unico personaggio decente... muore!!! E li sono tante speranze che se ne vanno!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esattamente: un libro che poteva essere caruccio gettato ampiamente dalla finestra. In uno strapiombo. Sotto una colata di fango. Aggredito da Cerbero.

      Elimina
  3. Ciao ^_^ ho apprezzato molto il tuo commento ed effettivamente la tua recensione è azzeccata e divertente.
    Ti ho nominata nel mio blog per il Liebster Award 2016!
    Spero ti faccia piacere!!
    Vieni a dare un'occhiata.
    http://kamisbook.blogspot.com/2016/05/liebster-award-2016.html

    RispondiElimina
  4. Ciao! Anch'io ho bocciato in pieno questo libro, non ci sono note positive da condividere su questa storia :/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma proprio nessuna a mio parere ahah

      Elimina
  5. Ahahaha, adoro queste recensioni piene di spirito, grazie.
    Io mentre ho gradito la storia, ma non è stata il top.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per il complimento sulle recensioni ahah
      Riguardo alla storia vorrei poterla pensare come te >.<

      Elimina
  6. Perché io leggo questa perla solo adesso?
    Oddio, piango dal ridere! xD

    RispondiElimina

Mi farebbe davvero piacere sapere cosa ne pensate :3 Lasciatemi un commentino se vi va!